Attenzione Attenzione!

Rieccomi a scrivere il blog! Ma non gridare al miracolo! 

Sono di nuovo qui su questi schermi per raccontarti una cosa importante!!!

Forse già sai che ormai dal 2017 collaboro al progetto “Vedo a Colori”

(per chi non sa di cosa sto parlando, andate a sbirciare la pagina facebook  )

comunque in breve Vedo a colori è “un progetto di recupero e trasformazione urbana, tramite il suo più classico, e nello stesso tempo determinante, intervento pittorico: il murales” che quest’anno compirà 10 anni!

Insomma, come dicevo dal 2017 collaboro con questo collettivo di artisti, e ho avuto il piacere di dare il mio contributo realizzando un documentario. Il documentario “Vedo a colori, un documentario al porto” che è stato proiettato per la prima volta ad Ottobre al cinema Cecchetti di Civitanova Marche.

La sala era piena e l’emozione alle stelle!

Per la prima volta un mio progetto veniva proiettato sul grande schermo…non ho le parole giuste per dirvi la gratitudine!

Ma veniamo a noi! Domenica 3 Febbraio saremo ospiti del Fruit Exhibition di Bologna!

Alle ore 19:00 a Palazzo Isolani in Piazza Santo Stefano (nuova location del festival) Giulio parlerà del progetto e nell’occasione verrà proiettato il documentario! 

Quindi, se sei di Bologna, o anche solo di passaggio e ti va di immergerti nell’arte non perderti la settima edizione della Fruit Exhibition e con l’occasione anche la presentazione di Vedo a Colori e il docu di cui intanto ti lascio il trailer qui sotto!

A presto,

Cate

 

2019 e buoni propositi!

Ciao e buon 2019, anche se un po’in ritardo…ma si sà, non sono una scheggia nell’aggiornare il blog…tant’è che l’ultimo post risale a questa estate!!! (Giuro che in questo nuovo anno tenterò di essere più presente…almeno una volta al mese, dai potrei farcela!)

Quarto giorno di questo 2019 e no, onestamente non è cambiato un granchè!

Devo dire però che ho vari progetti in mente che spero di riuscire a concretizzare. Per il momento non posso dirvi di più ma vi aggiornerò presto! Promesso!

La mia lista di buoni propositi quest’anno? Più che altro sono promemoria per me!

Per prima cosa vorrei riuscire a non dire si a tutto, ma scegliere con cura ed attenzione i progetti che davvero ho voglia di seguire con le persone a cui voglio davvero dedicare il mio tempo e sentirmi libera e tranquilla di dire NO alle cose che non voglio fare;

vorrei avere più fiducia in me e nelle mie capacità;

vorrei riuscire a delegare di più senza remore;

vorrei essere più organizzata e ordinata;

vorrei dedicare più tempo a me e a chi voglio bene;

quante di queste cose riuscirò a mantenere… mh vedremo!!! 😀

Bene, mi sono dilungata anche troppo!

Ti lascio come ogni inizio anno il Planner da scrivania 2019 di Storyboard_lab che potrai scaricare gratuitamente dal link qui sotto.

A me è molto utile, grazie al desk planner ho eliminato i mille post-it appiccicati in ogni dove…un primo passo verso il mio ordine mentale!!! 😀

Spero sia utile anche a te!

un grande abbraccio

Cate

 

Planner 2019

 

Ponte a chi!?

Come molti lavoratori autonomi niente ponte per me!

Certo, lavorare in proprio ha i suoi pregi come ad esempio gestirsi (!?!?) il tempo, poter scegliere certi lavori piuttosto che altri, dedicare tempo a progetti personali e di colleghi che ritieni validi!

Ma come in tutte le cose c’è il rovescio della medaglia!

E quindi: non avere orari, lavorare da casa con tutti i suoi pro e i suoi contro, avere ferie solo se e quando si ha tempo (anche se su questo punto dovrei lavorarci un po!!!), doversi interfacciare con il cliente sempre in prima persona (e posso assicurarvi che forse è la parte più complicata del mio lavoro!!!!!), la burocrazia da gestire…

Insomma, essere libero professionista ha delle belle beghe, tanto che a volte vorrei andare a fare un qualsiasi altro mestiere con orari da negozio e meno pensieri (che poi ogni lavoro ha i suoi pensieri e i suoi problemi…) ma nonostante tutto posso dire a gran voce che “me la sono cercata” e tutto sommato faccio il lavoro che mi piace e che mi sono scelta (e per questo mi ritengo molto fortunata!!!).

Quindi, come direbbe mio padre “Cate, hai voluto la bicicletta!?” 

Non mi resta che pedalare!

Buon Ponte per chi lo fa e buon lavoro a tutti noi! 🙂