Ponte a chi!?

Come molti lavoratori autonomi niente ponte per me!

Certo, lavorare in proprio ha i suoi pregi come ad esempio gestirsi (!?!?) il tempo, poter scegliere certi lavori piuttosto che altri, dedicare tempo a progetti personali e di colleghi che ritieni validi!

Ma come in tutte le cose c’è il rovescio della medaglia!

E quindi: non avere orari, lavorare da casa con tutti i suoi pro e i suoi contro, avere ferie solo se e quando si ha tempo (anche se su questo punto dovrei lavorarci un po!!!), doversi interfacciare con il cliente sempre in prima persona (e posso assicurarvi che forse è la parte più complicata del mio lavoro!!!!!), la burocrazia da gestire…

Insomma, essere libero professionista ha delle belle beghe, tanto che a volte vorrei andare a fare un qualsiasi altro mestiere con orari da negozio e meno pensieri (che poi ogni lavoro ha i suoi pensieri e i suoi problemi…) ma nonostante tutto posso dire a gran voce che “me la sono cercata” e tutto sommato faccio il lavoro che mi piace e che mi sono scelta (e per questo mi ritengo molto fortunata!!!).

Quindi, come direbbe mio padre “Cate, hai voluto la bicicletta!?” 

Non mi resta che pedalare!

Buon Ponte per chi lo fa e buon lavoro a tutti noi! 🙂